Mensile Storica Gennaio 2024

«Con amarezza e dolore, non con sentenza definitiva, ma con provvedimento o disposizione apostolica, noi, con il consenso del santo concilio, sopprimiamo con norma irreformabile e perpetua l’ordine dei templari, la sua regola, il suo abito e il suo nome, e lo assoggettiamo a divieto perpetuo, vietando severamente a chiunque di entrare in tale ordine, di riceverne e portarne l’abito e di presentarsi come templare. Se poi qualcuno facesse il contrario, incorra ipso facto nella sentenza di scomunica». Così recita la bolla Vox in excelso, emanata il 22 marzo 1312 dal papa Clemente V, con cui veniva «soppresso» l’ordine del Tempio. Ma fu davvero quella la fine del più noto ordine militare del Medioevo? Il testo afferma che il Tempio venne sciolto «non con sentenza definitiva». Il fatto è che Clemente V era stato messo in scacco da Filippo IV di Francia, che aveva lanciato accuse infamanti contro l’ordine per appropriarsi del suo tesoro. I cavalieri templari erano dunque stati coperti di vergogna anche se, come sancisce la bolla, «non possiamo giuridicamente pronunciarla [una sentenza] in base alle indagini ed ai processi condotti nei loro confronti». In altre parole il Tempio non fu condannato e l’ordine – in base all’interpretazione attuale – non fu sciolto, ma solo sospeso. Questo però non fece alcuna differenza per il sovrano francese, che due anni dopo fece bruciare sul rogo come eretico il gran maestro del Tempio, Jacques de Molay, suo prigioniero. In questo modo evitò che Clemente V o i suoi successori decidessero di annullare la sospensione, che i templari recuperassero i loro diritti e che lui dovesse restituire l’oro che tanto comodo gli aveva fatto per evitare la bancarotta della Corona.

 

Mensile Storica Gennaio 2024

Mensile Storica Gennaio 2024

Sommario

Attualità

Personaggi straordinari
Domenico Scarlatti. Compositore e musicista napoletano, divenne il mentore di María Bárbara di Braganza, infanta di Portogallo.

Evento storico
Attentato contro Napoleone. Nel Natale del 1800 dei cospiratori monarchici cercarono di ucciderlo facendo esplodere una bomba.

Vita quotidiana
Il pigiama, una mise indiana. Alla fine del XIX secolo divenne popolare un capo per dormire composto da camicia e pantaloni ispirato al pay-jame, un indumento tipico dell’India.

 

Ai piedi della dea Atena, l’eroe Perseo mostra la testa di Medusa per pietrificare il nemico Fineo, rivale nella conquista di Andromeda. Jean-Marc Nattier. 1718. Musée des Beaux-Arts, Tours.

Ai piedi della dea Atena, l’eroe Perseo mostra la testa di Medusa per pietrificare il nemico Fineo, rivale nella conquista di Andromeda. Jean-Marc Nattier. 1718. Musée des Beaux-Arts, Tours.

Foto: Album

Egitto
L’Esodo, il mito fondativo ebraico. La fuga dall’Egitto degli israeliti guidati da Mosè, il passaggio attraverso il mar Rosso e il percorso in mezzo al deserto fino all’arrivo nella Terra promessa costituiscono il nucleo dell’epopea del popolo ebraico, come si narra nella Bibbia.

Altre civiltà
Tartesso e i fenici. Sebbene le sue origini siano rimaste per secoli avvolte nella leggenda, la civiltà di Tartesso in realtà nacque dal contatto dei popoli del sud-ovest della penisola iberica con i commercianti fenici provenienti dal Mediterraneo orientale.

Grecia
Atena, la dea guerriera e saggia. Predisposta al combattimento e alla guerra fin dalla sua nascita dalla testa di suo padre Zeus, la dea Atena presto divenne il nume tutelare delle poleis greche. La sua figura incarnava i valori della della ragione e della saggezza.

Roma
Costantino, il primo imperatore cristiano. Nel 312 Costantino assediò Roma, dove il suo avversario, l’usurpatore Massenzio, aveva preso il potere. Prima della battaglia decisiva ebbe una visione che gli prometteva il trionfo se avesse adottato la fede cristiana. Così fece apporre sugli scudi delle sue truppe il chrismon, il simbolo dei cristiani, e uscì vincitore dalla battaglia di ponte Milvio. Sconfitto Massenzio, divenne imperatore e concesse la libertà di culto ai cristiani. Il vecchio impero pagano era ormai prossimo ad abbracciare una nuova e unica fede.

Nel 315 l’imperatore inaugurò questo arco di trionfo accanto al Colosseo per commemorare la vittoria di ponte Milvio su Massenzio

Nel 315 l’imperatore inaugurò questo arco di trionfo accanto al Colosseo per commemorare la vittoria di ponte Milvio su Massenzio

Foto: Sean Pavone / Getty Images

Medioevo

Templari, i monaci guerrieri. Nato all’inizio del XII secolo con la missione di proteggere i pellegrini diretti a Gerusalemme, presto l’ordine del Tempio divenne una temibile forza armata grazie al coraggio e alla disciplina dei suoi cavalieri. Il suo ruolo fu decisivo nella lotta dei regni cristiani in Terra Santa contro gli stati musulmani che li circondavano e ne minacciavano la sopravvivenza.

Età moderna
Le macchine volanti di Leonardo L’osservazione del volo degli uccelli servì a Leonardo da Vinci come fonte d’ispirazione per i numerosi disegni di marchingegni volanti conservati nei suoi quaderni e che anticipano la tecnologia dei moderni aerei, deltaplani ed elicotteri

 

Charles-Philippe Larivière ricostruisce in questo quadro lo scontro che ebbe luogo nel 1177 vicino ad Ascalona tra l’esercito di Baldovino IV di Gerusalemme e quello di Saladino, sultano dell’Egitto

Charles-Philippe Larivière ricostruisce in questo quadro lo scontro che ebbe luogo nel 1177 vicino ad Ascalona tra l’esercito di Baldovino IV di Gerusalemme e quello di Saladino, sultano dell’Egitto

Foto: Akg / Album

Grandi scoperte
La città di Apollo. Nel 1873 un team di archeologi intraprese gli scavi della città e del santuario di Delo.

Storia visuale
Parlare con gli spiriti. A cavallo tra il XIX e il XX secolo in Europa si diffuse la moda delle sedute spiritiche.

Libri e mostre

E se questa newsletter ti è piaciuta, ricordati d'iscriverti per leggerci ogni settimana!

Condividi

¿Deseas dejar de recibir las noticias más destacadas de Storica National Geographic?