Sala operatoria tropicale

Sala operatoria tropicale

Sala operatoria tropicale

Foto: Pubblico dominio

Le isole del Pacifico persero praticamente tutte le caratteristiche che le rendevano un paradiso durante la Seconda guerra mondiale. I proiettili e i carri armati arrivarono anche lì dopo che il Giappone attaccò la base statunitense di Pearl Harbor, su una delle isole hawaiane, nel dicembre 1941. Per tutta risposta, gli Stati Uniti decisero di scendere in campo in una guerra fino a quel momento osservata da lontano – ma con estrema attenzione – e diedero avvio alla cosiddetta "guerra del Pacifico". I nipponici tentarono di espandersi occupando isole che non gli appartenevano e gli americani cercarono di fermarli. Il conflitto durò dal 1941 al 1945, quando il Giappone si arrese incondizionatamente. Nella maggior parte di queste isole l'ambiente era umido e faceva molto caldo: era molto comune vedere soldati senza la parte superiore della divisa, con i pantaloni strappati o i vestiti completamente zuppi di sudore e incollati al corpo. L'immagine sopra queste righe mostra una precaria e improvvisata sala operatoria vicino alla linea del fronte, nella quale medici e infermieri operano un soldato ferito da un cecchino giapponese. Lavorano a torso scoperto per resistere meglio alle temperature soffocanti.

Non perderti nessun articolo! Iscriviti alla newsletter settimanale di Storica!

Condividi

¿Deseas dejar de recibir las noticias más destacadas de Storica National Geographic?