Eroi a quattro zampe

Eroi a quattro zampe

Eroi a quattro zampe

Foto: AP

Rhett, un cane dell'unità canina del Dipartimento di polizia di New Orleans, riceve una medaglia al merito per l'eroismo per il suo ruolo nell'arresto di un ladro. Rhett era stato gravemente ferito da un colpo di pistola del rapinatore, ma si era ripreso e si era poi ritirato a vita privata come animale domestico del suo accuditore, le cui figlie mostrano con orgoglio il premio ricevuto dal loro nuovo compagno di giochi.

La storia dei cani poliziotto è lunga. In Europa il loro impiego è documentato almeno dal Medioevo e alla fine del XIX secolo furono istituite le prime unità cinofile in grandi città come Parigi, Londra e New York. La Prima guerra mondiale fu il primo grande conflitto in cui i cani furono utilizzati come segugio e consolidò l'uso di alcune razze, come i pastori tedeschi. I cani ricevevano uno stipendio, che i loro responsabili dovevano investire su di loro, e alcuni fecero anche carriera.

Dopo la fine della guerra le scuole per cani poliziotto si moltiplicarono e oggi i cani sono compagni comuni in molte professioni oltre alla polizia. Il loro olfatto li rende indispensabili nel lavoro di ricerca e salvataggio, e non poche vite sono state salvate grazie a loro: ragion per cui si sono meritati il titolo di eroi a quattro zampe.

Condividi

¿Deseas dejar de recibir las noticias más destacadas de Storica National Geographic?