Una tradizione di quasi 100 anni

Albero di Natale del Rockefeller Center

Albero di Natale del Rockefeller Center

Foto: AP

Il dicembre 1931 segnò l'inizio di una tradizione che dura ancora oggi e che presto compirà cento anni: l'albero di Natale del Rockefeller Center di New York, che viene illuminato una settimana dopo il Ringraziamento. Quello qui raffigurato è il primo albero a essere stato allestito e, nonostante la fama che circonda il nome Rockefeller, ha origini molto umili.

Nel 1931 gli effetti della Grande depressione si fecero sentire duramente e tra i più colpiti c'erano gli italo-americani: emigrati negli Stati Uniti durante il periodo del boom degli anni venti, si ritrovarono senza lavoro e spesso senza il sostegno delle famiglie, che avevano lasciato in Europa. Quando arrivò il Natale un gruppo di operai impegnati nella costruzione del Rockefeller Center allestì un albero nel cantiere e lo decorò con ghirlande di carta, mirtilli rossi e decorazioni di alluminio per celebrare il fatto di avere un lavoro con cui sfamarsi.

Questo atto di fraternità attirò l'attenzione delle autorità di New York, che lo videro come un esempio dei valori del Natale: condividere e ringraziare per ciò che si ha, soprattutto in un momento così difficile. Così, due anni dopo decisero d'installare un albero di Natale nello stesso luogo, a spese del comune, dando inizio alla cerimonia d'illuminazione, per dare speranza alle persone in quegli anni duri.

Condividi

¿Deseas dejar de recibir las noticias más destacadas de Storica National Geographic?