Primi dagherrotipi

Foto: Pubblico dominio

A partire dal 19 agosto 2010 è stata istituita la giornata mondiale della fotografia, per la quale è stato scelto l’anniversario dell’acquisizione del brevetto del dagherrotipo da parte del governo francese, nel 1839. Il dagherrotipo era un processo fotografico per lo sviluppo d’immagini (all’epoca ancora non riproducibili) messo a punto intorno al 1837 dal chimico e fisico francese Louis-Jacques-Mandé Daguerre. Dato che i tempi di esposizione necessari per lo sviluppo dell’immagine erano piuttosto lunghi (tra i quattro e i cinque minuti), la tecnica, che ebbe presto un ampio successo, venne inizialmente usata soprattutto per passaggi e figure morte. Tuttavia, già nel 1838 Daguerre ottenne la prima fotografia di un essere umano della storia, riportata sopra queste righe. Il soggetto dell’immagine era boulevard du Temple, una strada di Parigi, ma sulla destra appare un uomo che scelse proprio quel momento per farsi lucidare le scarpe, rimanendo così fermo abbastanza a lungo da farsi catturare dall’apparecchio.

Condividi

¿Deseas dejar de recibir las noticias más destacadas de Storica National Geographic?