Un piccolo passo per un uomo...

Foto: Pubblico dominio

Il 21 luglio 1969 l'astronauta Neil Armstrong divenne il primo essere umano a mettere piede sulla luna. Fu allora che Armsotrong pronunciò l'iconica frase: «Questo è un piccolo passo per l'uomo, ma un grande balzo per l'umanità». La frase, apparentemente incoerente, è dovuta a un errore nella trasmissione radio.

Quello che Armstrong disse in realtà fu «That's one small step for [a] man, one giant leap for mankind», ovvero «Questo è un piccolo passo per un uomo [riferendosi cioè a sé stesso e al passo che stava per compiere], ma un grande balzo per l'umanità». Tuttavia nella trasmissione radio l'articolo "a" ("un") non si sentì chiaramente e dunque la frase fu interpretata come «Un piccolo passo per l'uomo, ma un grande balzo per l'umanità».

L'episodio è divenuto leggendario perché Armstrong era da solo nel momento in cui pronunciò la frase, e dunque lui solo sapeva esattamente che cosa aveva detto. La qualità della registrazione è troppo scarsa per verificare se davvero la parola"un" non si senta bene o se non fu proprio pronunciata.

In una conferenza stampa successiva Armstrong dichiarò che la frase gli era venuta in mente appena prima di salire sul modulo lunare, ed è quindi possibile che i nervi gli abbiano giocato un brutto scherzo. Il fratello Dean Armstrong, in un'intervista del 2012 in occasione della morte di Neil, disse che questi gli aveva mostrato un appunto della frase buttato giù prima del viaggio in cui la parola già mancava: è quindi possibile che si trattasse di un errore volontario. L'astronauta si è portato il segreto nella tomba.

Condividi

¿Deseas dejar de recibir las noticias más destacadas de Storica National Geographic?