Mary Tifoidea

Foto: Pubblico dominio

Il 23 settembre 1869 nasceva Mary Mallon, nota anche come Typhoid Mary, Mary Tifoidea. La donna era una cuoca irlandese emigrata negli Stati Uniti in cerca di lavoro. A New York trovò impiego in diverse case signorili, finché nel 1906 fu assunta da un agiato banchiere. Poco dopo la figlia di quest’ultimo si ammalò di tifo. Dal momento che all’epoca la malattia era fortemente associata alle condizioni igieniche precarie delle classi meno abbienti, il banchiere si rivolse a un ingegnere sanitario perché indagasse sull’origine del contagio. La scoperta dell’ingegnere fu stupefacente: Mary Mallon, la cuoca, era una portatrice sana di Salmonella enterica, il batterio associato alla febbre tifoidea, e nei sei anni in cui aveva lavorato a New York aveva contagiato almeno trentatré persone. La donna venne internata nel Riverside Hospital per circa tre anni (la fotografia sopra queste righe risale a quel periodo), ma fece ricorso sostenendo di non aver commesso nessun crimine e nel 1910 venne rilasciata. Quando però nel 1915 scoppiò un’epidemia di tifo allo Sloane Hospital e fu scoperto che la cuoca era Mary Mallon, la donna fu rinchiusa per sempre in un ospedale, dove morì nel 1938.

Condividi

¿Deseas dejar de recibir las noticias más destacadas de Storica National Geographic?