La marcia su Washington del 1963 in immagini

Il 28 agosto 1963 ebbe luogo quella che divenne nota come marcia su Washington per il lavoro e la libertà. Un'imponente manifestazione che cambiò il corso della storia dei diritti civili negli Stati Uniti e che vide la partecipazione di leader del calibro di Martin Luther King

Con lo slogan "lavoro, giustizia e pace", la marcia su Washington del 28 agosto 1963 fu organizzata da un gruppo di organizzazioni sindacali, religiose e per i diritti civili.

«Questa estate soffocante della legittima impazienza dei neri non finirà fino a quando non sarà stato raggiunto un tonificante autunno di libertà ed uguaglianza. Il 1963 non è una fine, ma un inizio»

Le stime sul numero di persone che prese parte alla manifestazione quel giorno e che alla fine confluì nel National Mall della capitale degli Stati Uniti variano a seconda della fonte, ma sembra che tra le 200mila e le 300mila persone si riunirono davanti al Lincoln Memorial.

L'attrice e attivista Ruby Dee e suo marito Ossie Davis furono i maestri di cerimonia. Parteciparono anche musicisti come Bob Dylan, Odetta e Joan Baez.

Fu lì, davanti alla folla riunita, che Martin Luther King Jr. pronunciò il suo storico discorso "I have a dream", in cui espresse il desiderio di un futuro in cui neri e bianchi potessero coesistere in modo armonioso e paritario.

«Questa estate soffocante della legittima impazienza dei neri non finirà fino a quando non sarà stato raggiunto un tonificante autunno di libertà ed uguaglianza. Il 1963 non è una fine, ma un inizio», disse King. L'evento sarebbe diventato uno dei più grandi e significativi atti di rivendicazione politica nella lotta per i diritti civili delle persone nere nella storia statunitense.

Nella galleria fotografica vi mostriamo quel giorno in immagini.

Non perderti nessun articolo! Iscriviti alla newsletter settimanale di Storica!

1 /17
Rustin & Robinson

1 / 17

Rustin & Robinson

Bayard Rustin (a sinistra) e Cleveland Robinson, organizzatori della marcia, in una foto scattata il 7 agosto 1963.

Foto: Pubblico dominio

Dall'alto

2 / 17

Dall'alto

Una foto aerea scattata da un elicottero mostra la marcia su Washington al suo arrivo al Lincoln memorial di Washington D.C. il 28 agosto 1963.

Foto: AP

Da ogni parte degli Stati Uniti

3 / 17

Da ogni parte degli Stati Uniti

I componenti di una delegazione di Savannah, Georgia, arrivano a Washington D.C. per unirsi alla marcia del 28 agosto 1963. Nella fotografia sono ritratti mentre escono dalla Union Station.

Foto: AP

Una giornata di rivendicazioni

4 / 17

Una giornata di rivendicazioni

Migliaia di manifestanti per i diritti civili riuniti sul terreno del Washington Monument prima di mezzogiorno, in attesa di marciare verso il Lincoln Memorial, in fondo a destra.

Foto: AP

In marcia verso il podio

5 / 17

In marcia verso il podio

Il dottor Martin Luther King Jr., al centro a sinistra con le braccia alzate, marcia lungo Constitution Avenue con altri manifestanti per i diritti civili che portano cartelli dal Washington Monumenti al Lincoln Memorial di Washington.

Foto: AP

I leader della marcia

6 / 17

I leader della marcia

Da sinistra a destra: Mathew Ahmann, direttore esecutivo della National Catholic Conference for Interracial Justice; con gli occhiali, Cleveland Robinson, presidente del Comitato per la manifestazione; in piedi dietro le sedie il rabbino Joachim Prinz, presidente dell'American Jewish Congress; accanto a Robinson, A. Philip Randolph, storico leader sindacale che contribuì a fondare l'American Federation of Labor; con papillon e in piedi accanto a Prinz, Joseph Rauh, Jr, avvocato per i diritti civili e attivista sindacale; John Lewis, presidente dello Student Nonviolent Coordinating Committee; e Floyd McKissick, presidente nazionale del Congress of Racial Equality.

Foto: Pubblico dominio

A colloquio con il presidente

7 / 17

A colloquio con il presidente

Il presidente John Fitzgerald Kennedy incontra i leader della marcia. Da sinistra a destra: Willard Wirtz, Matthew Ahmann, Martin Luther King Jr., John Lewis, il rabbino Joachin Prinz, Eugene Carson Blake, A. Philip Randolph, il presidente John F. Kennedy, il vicepresidente Lyndon Johnson, Walter Reuther, Whitney Young, Floyd McKissick.

Foto: Pubblico dominio

Bagno di folla

8 / 17

Bagno di folla

La moltitudine raccoltasi di fronte al monumento di Washington durante la marcia per i diritti civili del 1963. Il numero di persone riunite quel 28 agosto 1963 varia a seconda delle fonti, ma le cifre si attestano tra i 200mila e i 300mila manifestanti.

Foto: AP

Ordine del giorno

9 / 17

Ordine del giorno

Programma della marcia del 28 agosto 1963 per il lavoro e la libertà.

Foto: Pubblico dominio

Il sentiero di Abraham Lincoln

10 / 17

Il sentiero di Abraham Lincoln

Vista dall'interno dell'Abraham Lincoln Memorial. Lincoln fu il presidente americano che firmò il Proclama di emancipazione nel 1863. Questa dichiarazione annunciava la liberazione di tutti gli schiavi degli stati confederati d'America.

Foto: AP

I have a dream

11 / 17

I have a dream

Il dottor Martin Luther King Jr. mentre pronuncia il suo famoso discorso "I have a dream" a Washington. «Ho il piacere di presentarvi il leader morale della nostra nazione, il dottor Martin Luther King»: fu così che Ossi Davies diede il via al discorso del massimo esponente della lotta per i diritti civili negli Stati Uniti del XX secolo.

Foto: Pubblico dominio

L'epifania

12 / 17

L'epifania

Alla sinistra del dottor Martin Luther King Jr. compare il ranger del National Park Service Gordon "Gunny" Gundrum, che faceva da guardia del corpo ai dignitari riuniti sui gradini del Lincoln Memorial. Gundrum ha raccontato che quella missione gli permise di assistere in prima fila all'evento storico e gli cambiò la vita, facendogli capire che «tutti hanno diritti inalienabili».

Foto: AP

L'America reclama

13 / 17

L'America reclama

Manifestanti davanti al Lincoln Monument. Sui manifesti si leggono diversi slogan: "In marcia per la libertà", "Chiediamo uguali diritti ora", "Marciamo per una cittadinanza di serie A", "Scuole integrate ora", "Lavoriamo per la libertà, ma per essere liberi dobbiamo lavorare". 

Foto: AP

Marlon Brando e James Baldwin

14 / 17

Marlon Brando e James Baldwin

L'attore Marlon Brando, a destra, posa con il braccio intorno alle spalle di James Baldwin, uno dei leader dei diritti civili, davanti alla statua di Lincoln, il 28 agosto 1963. Con loro gli attori Charlton Heston, a sinistra, e Harry Belafonte.

Foto: AP

Riflessi del futuro

15 / 17

Riflessi del futuro

La parte superiore del Washington Monument e un pezzo della bandiera degli Stati Uniti si riflettono nelle lenti degli occhiali da sole di Austin Clinton Brown, nove anni, di Gainesville, Georgia, mentre posa al Campidoglio prima di unirsi alla marcia su Washington del 1963.

Foto: AP

Riuniti in ascolto

16 / 17

Riuniti in ascolto

Una folla si è raccolta sulla piscina del National Mall a Washington per ascoltare dagli altoparlanti la cerimonia che seguì la manifestazione.

Foto: AP

Bob Dylan suona con Joan Baez

17 / 17

Bob Dylan suona con Joan Baez

Il candante Bob Dylan interpretò diverse canzoni, come Only a Pawn in Their Game, che parla dell'omicidio dell'attivista per i diritti civili Medgar Evers, o When the Ship Comes In, accompagnato dalla cantante folk Joan Baez.

Foto: Pubblico dominio

La marcia su Washington del 1963 in immagini

Se vuoi ricevere la nostra newsletter settimanale, iscriviti subito!

Condividi

¿Deseas dejar de recibir las noticias más destacadas de Storica National Geographic?